Black Friday dal 26 Novembre al 9 Dicembre | Spedizione gratuita con acquisto minimo | Italia € 49 | Europa € 199 | Extra UE € 299★

La particolarità dei tessuti in iuta

L’arazzo da parete Colori del Sole sono la massima espressione artistica attraverso cui il nostro marchio rivisita la tradizione millenaria della Sicilia. L’arazzo dipinto a mano è entrato a far parte dell’arredo di regge e palazzi nobiliari in Europa a partire dal XVII secolo connotandosi come un vero e proprio quadro in tessuto da appendere al muro. Ciò che  identifica e rende unici nel loro genere gli arazzi da parete Colori del Sole  sono i soggetti delle stampe. Protagonisti di miti e leggende ed  oggetti tipici della cultura mediterranea radicati nella memoria storica di questa terra, come la coppia Moro e Dama un arazzo che raffigura le mitiche teste di moro, con disegni dei mori opera dell’artista Giovanni Leonardi
Realizzate totalmente in juta queste tele d’arte si prestano a diventare un ornamento da parete. Con l’ausilio dei telai in legno, poi, è possibile esaltarne maggiormente il pregio trasformandoli in veri e propri quadri. I disegni, tutti ad opera di artisti siciliani, emergono grazie al colore neutro della juta naturale. Presenti in due diverse misure questi complementi d’arredo sono la scelta di chi sa apprezzare l’arte e la tradizione e vuole custodirne una piccola parte nella propria casa.


LE TESTE DI MORO SICILIANE

“Una storia d’amore, gelosia e vendetta dietro un’icona della Sicilia”

Si narra che nel quartiere storico di Palermo, la Kalsa, durante la dominazione araba, vi abitasse una bellissima fanciulla che trascorreva le giornate a curare i fiori del suo balcone.

Un giorno, un giovane moro, passando sotto il balcone della fanciulla, la notò e se ne invaghì perdutamente. Le dichiarò subito il suo amore e la bella ragazza, colpita dall’audacia del pretendente, ricambiò il sentimento.

Purtroppo il giovane moro era già sposato e aveva un paio di figli e quando la fanciulla seppe che sarebbe partito per tornare dalla sua famiglia in Oriente, attese la notte e lo uccise in pieno sonno. Gli tagliò la testa, ne fece una “grasta” in cui piantò dell’odoroso basilico e lo mise in bella mostra fuori dal balcone.

Il moro, così, non potendo più “partire” rimase per sempre con lei: la pianta innaffiata ogni mattina con le sue lacrime, crebbe rigoglioso e destò l’invidia degli abitanti del quartiere che, per non essere da meno, si fecero fabbricare dei vasi di terracotta a foggia di testa di moro.

Il Moro

L’uomo che veniva da lontano

La nostra rappresentazione del Moro siciliano nel raffinato disegno di Giovanni Leonardi. La tela in iuta naturale dall’elegante tratto artistico da vita al mito del Moro siciliano in abbinamento alla sua Dama. 

Visita la scheda prodotto

La Dama

Mai tradire una siciliana

La rappresentazione della Dama siciliana nell’elegante tratto di Giovanni Leonardi.
La tela in iuta naturale è una raffinta tela artistica che da vita al mito della leggenda delle Teste di Moro. 
L’arazzo si abbina al Moro. 

Visita la scheda prodotto